Vittoria per Alessandro Giannessi al primo match
settembre 17, 2019
Out il talento di casa Thindown ATP Challenger
settembre 20, 2019
Vedi tutti

Esordio vincente per il talento di casa Stefano Napolitano

La terza giornata del Thindown Challenger in corso sui campi in terra rossa del circolo di via Liguria a Biella, era tutta incentrata sulla prestazione dell’enfant du pays Stefano Napolitano. Fermo da tre settimane per un problema fisico il ventiquattrenne, numero 203 del ranking, ha esordito sconfiggendo lo svedese Markus Eriksson con un doppio 6-4. «La partita non era facile, soprattutto pensando al mio lungo stop – spiega Napolitano -. Ci avevo perso in passato e sapevo le difficoltà del match. Per questo sono contento, pur sapendo che devo mettere a posto tante cose e non avrò molto tempo. Però avere una partita nelle gambe è una cosa buona. Non è semplice riprendere dopo tre settimane ma è stata una buona vittoria. Oggi contro Munar (ore 14, ndr) sarà molto impegnativo e ci sarà da alzare il livello».

Con un analogo doppio 6-4 Federico Gaio si è sbarazzato della resistenza del croato Viktor Galovic; mentre Gian Marco Moroni, pur impegnando severamente, soprattutto nel primo set, la tds numero 2 Jaume Munar (il 22enne è appena uscito dalla top 100, ma è già stato capace di arrivare fino al numero 52) si è arreso con il punteggio di 7-5, 6-2. 

Un campione senza età. Vent’anni fa Tommy Robredo giocava per la prima volta ai Faggi (seconda edizione del Fila Challenger da 25mila dollari, vinta da Nicolas Massu, ora coach di Dominic Thiem) uscendo al secondo turno per mano di Marco Meneschincheri. La carriera dello spagnolo, al pari di tanti altri campioni della racchetta (vedi Juan Martin Del Potro) è decollata da Biella e gli ha permesso di concludere tredici stagioni tra i top 50, con un best ranking da numero 5 raggiunto nell’agosto del 2006. Ieri all’esordio del Thindown Challenger Robredo la liquidato in poco più di un’ora il brasiliano Oscar Jose Gutierrez, a cui ha lasciato la miseria di un game (6-0, 6-1). «Guardando il punteggio sembra sia stato facile, ma nel tennis non c’è mai nulla di semplice o scontato. Stavo bene e ho reso le cose più semplici». In vent’anni di professionismo ha guadagnato più di 13 milioni di dollari di prize money, con un bilancio a livello Atp di 533 match vinti e 357 persi. Ma in vent’anni com’è cambiato il mondo del tennis? «Adesso c’è maggiore forza, le palline sono più dure e il fisico è diventato ancora più importante. Io sono sempre lo stesso, ma non è facile mantenersi. Ho fatto tanti sacrifici, ma sono contento e mi ritengo un ragazzo fortunato». Oggi negli ottavi di finale (ore 10) se la vedrà con Andrej Martin: «un avversario tosto, ma penso di poter giocarmi le mie carte» conclude Robredo.

Ottavi di finale di gran pregio quelli previsti giovedì mattina a Biella e che vedranno impegnati cinque azzurri. Alle 10 aprirà la giornata sul campo centrale Gianluca Mager, opposto al tedesco Peter Heller. A seguire toccherà a Paolo Lorenzi sfidare l’argentino Carlos Berlocq, Anche Alessandro Giannessi troverà sulla sua strada un atleta argentino: Carlos Berlocq (con il sudamericano in vantaggio per 2-1 negli scontri diretti, l’ultimo vinto nel 2017 in Coppa Davis). Nel terzo incontro saranno Stefano Napolitano, opposto alla tds 2 Jaume Munar e Federico Gaio, opposto al giapponese Taro Daniel, a cercare gli ultimi pass verso i quarti di finale. Senza dubbio affascinanti anche le sfide tra i Next Gen Alejandro Davidovich Fokina opposto al transalpino Elliot Benchetrit e quella tra Tommy Robredo e Andrej Martin.

 

RISULTATI SEDICESIMI DI FINALE

[13] T. Robredo (ESP) b. [Q] O. Gutierrez (BRA) 6-0, 6-1

[10] F. Gaio (ITA) b. V. Galovic (CRO) 6-4, 6-4

[14] S. Napolitano (ITA) b. M. Eriksson (SWE) 6-4, 6-4

[2] J. Munar (ESP) b. G. Moroni (ITA) 7-5, 6-2

[11] M. Vilella Martinez (ESP) b. R. Brancaccio (ITA) 6-1, 6-4

[5] T. Daniel (JPN) b. [PR] D. Munoz de la Nava (ESP) 6-3, 6-4

[1] A. Davidovich Fokina (ESP) b. J. Jahn (GER) 7-5, 7-5

[3] A. Martin (SVK) b. E. Esteve Lobato (ESP) 7-6 (4), 6-3

[15] E. Benchetrit (FRA) b. M. Chazal (FRA) 6-3, 3-6, 6-4

 

RISULTATI TABELLONE DI DOPPIO – PRIMO TURNO

  1. Berlocq (ARG) / P. Cachin (ARG) b. [PR] D. Gimeno-Traver (ESP) / D. Munoz de la Nava (ESP) 6-3, 6-2

[3] L. Margaroli (SUI) / A. Shamasdin (CAN) b. R. Brancaccio (ITA) / E. Dalla Valle (ITA) 6-3, 3-6, 10-7

  1. Behar (URU) / A. Golubev (KAZ) b. [4] A. Begemann (GER) / F. Mergea (ROU) 6-2, 6-2
  2. Esteve Lobato (ESP) / O. Roca Batalla (ESP) b. [WC] A. Arnaboldi (ITA) / F. Arnaboldi (ITA) 6-7, 6-1, 10-3

[1] F. Romboli (BRA) / D. Vega Hernandez (ESP) b. F. Gaio (ITA) / A. Pellegrino (ITA) 6-3, 6-4